Despres and Peter shift into fifth gear!

da | Gen 19, 2013 | Enduro, News

Despres and Peter shift into fifth gear!

Frenchman Cyril Despres took his fifth Dakar after finishing 17th in the 14th and last stage of the 2013 edition, won by Chilean Francisco “Chaleco” López, which puts him on par with Cyril Neveu in the race’s palmarès and just one win away from Stéphane Peterhansel’s record. He can also pride himself on the fact that he helped his Portuguese lieutenant Ruben Faria onto the second step of the podium, rounding off a historic double for the KTM Red Bull Rally Factory Team. The car race saw another Frenchman celebrate his fifth win… on four wheels. Stéphane Peterhansel was crowned in Santiago, broke Ari Vatanen’s record for most wins in the car category and raised to 11 the bar for most Dakar victories overall.

Chaleco was betrayed by his motorcycle. Chile’s Chaleco López lost his fourth gear towards the end of the 13th stage, necessitating an engine change which cost him a 15-minute penalty and therefore pushed him back to third overall, 8′34″ behind Faria and, most importantly, a mere 1′30″ ahead of Slovakia’s Ivan Jakeš. With his podium spot in jeopardy and his honour hurt, the Chilean gave it his all in the last, 126-kilometre special. This was enough for him to win his fifth stage in the rally, 29″ ahead of Ruben Faria and 37″ ahead of his rival for the “best performer” title, Spaniard Joan Barreda.

But, at the end of the day, the Chilean’s last stand changed nothing in the overall classification, where the official KTM team’s dominance earned them a one-two. A master strategist on the course, defending champion Cyril Despres took his first back-to-back win and his third victory in South America (2010, 2012 and 2013) to go with his two wins in Africa (2005 and 2007). This fifth triumph puts him on par with Cyril Neveu in the race’s palmarès. In the end, he was 10′43″ faster than his lieutenant Ruben Faria, now the highest-placed Portuguese rider in the history of the Dakar, and 18′48″ quicker than local hero Chaleco López. Behind them, a great performance by low-key Slovak Ivan Jakeš: Mr Consistency finished fourth, 23′54″ back but more than 20′ ahead of fifth-placed Spaniard Juan Pedrero.

The winner’s iron grip on the race was also striking in the quad category. Marcos Patronelli finished third in the closing special, which saw South African Sarel Van Biljon grab his third win in 2013, to take his second Dakar after the 2010 edition and move within one victory from his older brother Alejandro, who didn’t participate this year. Even more striking was the fact that the Argentinean led the rally from the second stage and won it with 1 h 50′35″ to spare over Chile’s Ignacio Casale and 3 h 16′40″ over Poland’s RafaÅ‚ Sonik. He was in a league of his own!

In the car category, the final stage saw Nani Roma take his fourth win in 2013, more than anyone else, by 13″ over Argentineans Orlando Terranova and Lucio Álvarez. Nevertheless, the Catalan’s ninth career win was not enough for him to topple teammate Leonid Novitskiy (seventh today) from the bottom step of the podium. The X-Raid team will no doubt be happy to take four of the top five spots and, most importantly, to defend the title won last year with an unbeatable Stéphane Peterhansel. The Frenchman tackled today’s stage just as cautiously as the rest of the last week to finish his 25th Dakar with no surprises and take his fifth victory in the car category, which is also his eleventh overall. Peter ended up beating the consistent South African Giniel de Villiers by 42′22″ and Russian Novitskiy by 1 h 28′22″.

Finally, the last special in the truck category saw Team Veka-MAN leader Pieter Versluis take his maiden Dakar win by 2′04″, but Team Kamaz’s collective strength was the star today! Karginov had a big scare and had to drive his truck to the finish on the front right rim, but that didn’t prevent the blue trucks from making it a one-two-three at the end of the 35th edition. Eduard Nikolaev conquered his first Dakar with 37′10″ to spare on Ayrat Mardeev, who finished fifth in today’s stage and moved just ahead (47″) of teammate Karginov to take second overall. Defending champion Gerard de Rooy missed the podium by 4′19″.

ASO DAKAR NEWS
Edo Bauer

Traduzione in Italiano (By Google)

 

Despres e Peter innestare la quinta marcia!

Francese Cyril Despres ha preso il suo Dakar quinto dopo aver terminato 17 ° in 14 ° tappa e ultima edizione 2013, vinta dal cileno Francisco “Chaleco” Lopez, che lo mette alla pari con Cyril Neveu nel palmarès della corsa e solo una vittoria di distanza da Stéphane Peterhansel ha record. Egli può anche vantarsi del fatto che ha aiutato il suo luogotenente portoghese Ruben Faria sul secondo gradino del podio, arrotondamento una storica doppietta per il Team KTM Factory Red Bull Rally. La gara auto ha visto un altro francese celebrare la sua quinta vittoria … su quattro ruote. Stéphane Peterhansel fu incoronato a Santiago, superato il record Ari Vatanen per il maggior numero di vittorie nella categoria auto e cresciuto a 11 bar per maggior numero di vittorie Dakar generale.

Chaleco è stato tradito dalla sua moto. Cileno Chaleco Lopez ha perso la quarta marcia verso la fine della 13 ª tappa, che richiede un cambio di motore che gli è costato 15 minuti di penalità e quindi lo spinse di nuovo al terzo posto, 8’34 “dietro Faria e, soprattutto, un mero 1 ’30 “di vantaggio della Slovacchia Ivan Jakeš. Con il suo podio in pericolo e il suo onore ferito, il cileno ha dato il suo tutto nell’ultima, 126 chilometri di speciale. Questo è stato sufficiente per lui per vincere la sua quinta tappa del rally, 29 “davanti a Ruben Faria e 37” davanti al suo rivale per il “miglior interprete” del titolo, lo spagnolo Joan Barreda.

Ma, alla fine della giornata, il cileno ultima resistenza cambiato nulla in classifica generale, dove il dominio del team ufficiale KTM ha guadagnato loro una doppietta. Un stratega sul campo, campione in carica Cyril Despres ha preso il suo primo back-to-back vittoria e la sua terza vittoria in Sud America (2010, 2012 e 2013) per andare con le sue due vittorie in Africa (2005 e 2007). Questo trionfo quinto lo mette alla pari con Cyril Neveu nel palmarès della corsa. Alla fine, è stato 10’43 “più veloce del suo luogotenente Ruben Faria, ora il più alto posto del pilota portoghese nella storia della Dakar, e 18’48” più veloce di eroe locale Chaleco López. Dietro di loro, una grande prestazione di basso-chiave slovacco Ivan Jakeš: Coerenza sig arrivato quarto, “back 23’54, ma più di 20 ’prima del quinto in classifica lo spagnolo Juan Pedrero.

Pugno di ferro del vincitore sulla gara è stato anche colpito nella categoria quad. Marcos Patronelli è arrivato terzo nella speciale di chiusura, che ha visto sudafricano Sarel Van Biljon afferrare la sua terza vittoria nel 2013, di prendere il suo Dakar secondo dopo l’edizione 2010 e spostarsi all’interno di una vittoria da suo fratello Alejandro maggiore, che non ha partecipato quest’anno . Ancora più sorprendente è il fatto che l’argentino ha guidato la manifestazione dal secondo stadio e ha vinto con 1 h 50’35 “di risparmiare oltre Cile Ignacio Casale e 3 h 16’40” sul polacco Rafal Sonik. Era in un campionato tutto suo!

Nella categoria auto, la fase finale ha visto Nani Roma prendere la sua quarta vittoria nel 2013, più di chiunque altro, da 13 “oltre argentini Orlando Terranova e Lucio Álvarez. Tuttavia, vittoria in carriera nono catalano non era abbastanza per lui per far cadere il compagno di squadra Leonid Novitskiy (settimo oggi) dal gradino più basso del podio. L’X-Raid Team sarà senza dubbio felice di prendere quattro dei primi cinque posti e, soprattutto, per difendere il titolo vinto l’anno scorso con un imbattibile Stéphane Peterhansel. Il francese affrontato la tappa di oggi così come con cautela in quanto il resto della settimana scorsa, per finire la sua Dakar 25 con sorprese e prendere la sua quinta vittoria nella categoria auto, che è anche il suo complesso undicesimo. Peter ha finito per battere i sudafricani coerenti Giniel de Villiers di 42’22 “e Novitskiy Russo di 1 h 28’22”.

Infine, l’ultima speciale nella categoria camion ha visto team Veka-MAN leader di Pieter Versluis prendere la sua prima vittoria Dakar da 2’04 “, ma la forza collettiva team Kamaz è stata la star di oggi! Karginov ha avuto un grande spavento e abbiamo dovuto guidare il suo camion per la finitura del bordo anteriore destro, ma ciò non ha impedito ai camion blu di fare un uno-due-tre alla fine della 35 ° edizione. Eduard Nikolaev ha conquistato la sua prima Dakar con 37’10 “per risparmiare sul Ayrat Mardeev, che ha chiuso quinto nella tappa di oggi e si è trasferito poco più avanti (47”), del compagno di squadra Karginov prendere secondo assoluto. Il campione in carica Gerard de Rooy mancato il podio per 4’19 “.

Video in evidenza

Vai alla Tv Enduro

Sponsor

Eventi in evidenza

Newsletter

Iscriviti alla newsletter

Partner

RecentiGli Ultimi Articoli

Pin It on Pinterest

Condividi