IL RADUNO DELLA GILERA DI ARCORE

da | Giu 6, 2022 | Epoca/G5, News

IL RADUNO DELLA GILERA DI ARCORE

IL RADUNO DELLA GILERA DI ARCORE

Arcore, 5 giugno 2022

‘Possente Gilera’: questo il titolo dell’inno ufficiale della Casa motociclistica che, da Milano, si trasferì ad Arcore all’inizio degli anni Venti. Per oltre un settantennio, questa cittadina operosa della Brianza ha visto nascere e crescere un mito su due ruote, che resiste ancora oggi nel cuore e nella mente degli appassionati, nonostante lo storico stabilimento di via Cesare Battisti abbia chiuso i battenti nel 1993, anno in cui il Gruppo Piaggio (proprietario del Marchio dal 1969) ha deciso di trasferire tutta la produzione Gilera a Pontedera. Arcore, però, ha un legame inscindibile con la sua Casa motociclistica, ed è un legame che possiamo toccare con mano ogni volta che il Registro Storico Gilera e il Gilera Club Arcore propongono e organizzano iniziative che hanno un solo fondamentale obiettivo: mantenere viva la memoria e l’attenzione verso un Marchio che ha contribuito a scrivere la storia nazionale e internazionale delle due ruote motorizzate. Orgogliose di rappresentarlo, nel fine settimana del 4 e 5 giugno le associazioni arcoresi sopra citate hanno proposto il Raduno Gilera, l’evento quinquennale monomarca che si è svolto nell’ambito del Monza Sport Festival (organizzato dalla USSMB), ha avuto luogo sotto l’egida della Federazione Motociclistica Italiana (FMI) ed è stato in collaborazione con il Gilera Club Arcore, il Moto Club ‘Oscar Clemencigh’ di Monza e il Moto Club Carate Brianza. I due giorni si sono concentrati fra il Parco della Villa Borromeo di Arcore e l’Autodromo Nazionale di Monza; nell’anno in cui la pista lombarda celebra il suo centenario (è stata inaugurata ufficialmente il 3 settembre del 1922), le moto che hanno caratterizzato la produzione Gilera nella sua lunga e gloriosa storia, hanno sfilato nel ‘Tempio della Velocità’. Forti dell’esperienza maturata nel corso delle precedenti edizioni del 2000, 2005, 2009 (anticipata di un anno per celebrare il centenario della prima moto Gilera realizzata nel 1909) e 2015, il Registro Storico Gilera e il Gilera Club Arcore hanno confezionato un fine settimana tutto da vivere, all’insegna dell’intramontabile passione per il Marchio dei due anelli incrociati.  

Dopo il taglio del nastro di sabato 4 giugno, avvenuto alla presenza del Sindaco di Arcore, Maurizio Bono, del Vice Presidente della Federazione Motociclistica Italiana (FMI), Rocco Lopardo,  del Presidente della FMI Lombardia, Ivan Bidorini, del Presidente del Registro Storico Gilera, Massimo Lucchini Gilera, del Presidente del Gilera Club Arcore, Giancarlo Mondonico, del Presidente del Moto Club Carate Brianza, Guido Fumagalli e del Presidente onorario, nonché fondatore, del Registro Storico Gilera, Luca Dalloca, il Raduno è entrato nel vivo con la sua esposizione di moto d’epoca all’ingresso del Parco della Villa Borromeo e la sua mostra fotografica nella Sala del camino del Comune di Arcore, che hanno saputo richiamare l’attenzione del pubblico delle grandi occasioni.

Accesi i motori nella mattinata di domenica 5 giugno, il lungo corteo di moto d’epoca accompagnato da una pattuglia della Polizia stradale, una dei Carabinieri e da due mezzi della Protezione civile di Arcore, ha attraversato alcune vie del paese per poi dirigersi verso l’Autodromo Nazionale di Monza, dove le Gilera dei radunisti hanno sfilato per tre giri di pista; a seguire, la parata delle moto da corsa, che ha fatto riecheggiare nel ‘Tempio della velocità’ il rombo inconfondibile delle ‘Rosse di Arcore’. A capo del corteo di moto d’epoca durante il trasferimento a Monza, il Sindaco Maurizio Bono insieme a Daniela Confalonieri, che da 17 anni si occupa della segreteria e dell’ufficio stampa del sodalizio legato al Marchio dei due anelli incrociati; subito dietro di loro, l’ex pilota dakariano Roberto Mandelli, che ha condotto la sua splendida Gilera RC 600 Silhouette lungo le strade di Arcore e in pista a Monza.  

Tornati nel Parco della Villa Borromeo, le premiazioni di fine raduno hanno visto avvicendarsi davanti al motocarro scelto come degna cornice per le foto di rito, i soci del Registro Storico Gilera che si sono occupati dei vari momenti di cui si è composta la manifestazione: in rappresentanza del sodalizio locale organizzatore, Giorgio Cereda, Angelo Molteni, Alfonso Savoldelli, Primo Brioschi e Adolfo Brioschi hanno sollevato in alto la coppa dedicata al socio Michele Cantù e a sua madre Delia Perego. A seguire, la coppa dedicata a Eugenio Savoldelli è stata consegnata al radunista più giovane, ovvero Paolo Volpe (classe 2002), quella dedicata a Nino Brioschi al gruppo straniero più numeroso proveniente dall’Olanda e quella dedicata a Egidio Passoni al belga Yves Campion.

La coppa offerta dalla FMI Lombardia è stata consegnata a Nino Bigi per la Gilera più antica portata in esposizione ad Arcore, una splendida 3 e mezzo VL del 1922, mentre la coppa dell’Autodromo di Monza è stata consegnata a colui che ha rappresentato il Marchio dei due anelli incrociati su tutti i manifesti celebrativi dell’evento, ovvero il pilota dakariano Roberto Mandelli. Targhe sono state dedicate allo storico meccanico del Reparto Corse Gilera, l’arcorese Luigi Colombo (che compirà 97 anni a fine giugno) e al Sindaco Maurizio Bono, impeccabile nel suo ruolo di grande sostenitore del Marchio arcorese.

Riconoscimenti sono stati infine consegnati a tutti gli sponsor della manifestazione internazionale, ovvero Beta Utensili, Progrip, concessionaria Egidio Passoni, Rottami Meratese, Ethen Italy, Acerbis, Italian Classic Tire, Italcerchio e Nuovo Sacchettificio Mandelli, ai Moto Club Gilera di Arcore (presieduto da Giancarlo Mondonico), Oscar Clemencigh di Monza (presieduto da Damiano Cavaglieri) e Carate Brianza (presieduto da Guido Fumagalli), alla Protezione civile di Arcore, al Comando della Polizia stradale e dei Carabinieri di Arcore, alla FMI Lombardia, al Ragionier Mario Beretta di Arcore, al socio Pietro Terruzzi (per la gentile concessione del motocarro pro premiazioni) e, infine, a Nello e Andrea Masetti, rispettivamente figlio e nipote del primo Campione del mondo su Gilera, Umberto Masetti.

Un lungo e caloroso applauso di tutti i presenti ha accompagnato gli organizzatori del Registro Storico Gilera e del Gilera Club Arcore alla conclusione di questa quinta edizione dell’evento internazionale dedicato al Marchio che hanno nel cuore.

 

Daniela Confalonieri
Segreteria e Ufficio stampa
Registro Storico Gilera

FOTO: Enzo Danesi

Video in evidenza

Vai alla Tv Enduro

Sponsor

Eventi in evidenza

Non ci sono eventi in programma

Newsletter

Iscriviti alla newsletter

Partner

RecentiGli Ultimi Articoli

Pin It on Pinterest

Condividi