Transanatolia Rally: Vince Pol Tarres, secondo posto per Alessandro Botturi e terzo gradino del podio per Jacopo Cerutti.

da | Set 11, 2023 | News, Motorally

Transanatolia Rally: Vince Pol Tarres, secondo posto per Alessandro Botturi e terzo gradino del podio per Jacopo Cerutti.

Izmir – Un sorprendente risultato al 13° Transanatolia Rally, dove le bicilindriche Yamaha e Aprilia hanno fatto il bello e il cattivo tempo dominando il podio.

Nonostante la presenza di moto specifiche ufficiali da 450cc e piloti di alto livello come Lorenzo Santolino, nono alla Dakar 2023, le bicilindriche del diapason e le nuovissime Aprilia hanno dimostrato la loro potenzialità e affidabilità.

Prima posizione per Pol Tarres e seconda per Alessandro Botturi, entrambi su Yamaha Ténéré 700 e terza per Jacopo Cerutti su Aprilia Tuareg 660. Questo risultato ha dato grande soddisfazione al Yamaha Ténéré World Raid Team, che ora guarda con ottimismo alle sfide future. Non meno la soddisfazione di Aprilia per la terza meritatissima piazza di Cerutti, che ha dimostrato la sua competitività.

“Mi sento molto soddisfatto”, ha affermato un radiante Alessandro Botturi al traguardo di Izmir. “È stata una gara incredibile e ci siamo divertiti molto. Inizialmente, competere con le agili 450cc è stato impegnativo, ma quando abbiamo realizzato che potevamo farcela e che eravamo veramente competitivi, ci abbiamo creduto”.

Jacopo Cerutti: Eravamo venuti per prendere le misure, invece torniamo a casa con due vittorie di giornata ed il terzo posto finale e tanta voglia di migliorare ancora, non male per una moto che al secondo anno di sviluppo. Noi abbiamo corso con gomme da deserto per vederne la durata, mentre i nostri avversari hanno usato gomme da enduro che erano più performanti su quei terreni, forse ci siamo auto penalizzati, ma avevamo le nostre prove da fare e quindi, giustamente, abbiamo seguito il nostro programma… Abbiamo macinato chilometri e chilometri e non posso che ringraziare Guareschi moto e Aprilia per la bellissima avventura in terra turca. Prossima tappa il deserto.

Yamaha invece ha vinto solo una tappa, ma la costanza della moto, sempre più affidabile, ha fatto la differenza. Botturi ha spiegato: “La moto è notevolmente migliorata, e stiamo esplorando nuove soluzioni. Siamo sulla strada giusta, è certo, questa Ténéré è completamente diversa da quella con cui abbiamo gareggiato all’Africa Race nell’ottobre 2023”.

Yamaha è stata in grado di competere con avversari temibili, soprattutto con Jacopo Cerutti, che ha dato il massimo per cercare di inserirsi tra le due Yamaha. Jacopo ha dato tutto, specialmente nell’ultima tappa cercando di strappare la seconda posizione a Botturi, ma il gladiatore di Lumezzane non ha mollato.

Al via della sesta tappa, la differenza tra Botturi e Cerutti, era di soli venti secondi. Botturi è partito forte, sapeva che Jacopo avrebbe cercato di rubargli la posizione, ma il Bottu non ho commesso errori e infatti, è arrivato secondo, a soli 51″ da Tarres, che ha vinto la tappa.

Alla partenza dell’ultima tappa, mentre Tarres si avviava a fine gara con un buon margine di anticipo sui suoi diretti inseguitori, Botturi giocava su oltre quattro minuti di vantaggio sul suo diretto rivale, e la giornata è stata spettacolare: una sfida sana, divertente e veloce. Botturi ha gestito la gara in modo impeccabile, guadagnando il meritato secondo posto davanti al combattivo Cerutti. Un risultato per le bicilindriche che promette bene per il loro futuro dei Rally raid.

Per dovere di cronaca.

1° Pol Tarres Yamaha Ténéré 700
2° Alessandro Botturi Yamaha Ténéré 700
3° Jacopo Cerutti Aprilia Tuareg 660
4° Harith Noah Sherco 450SFE
5° Murat Yazici Fantic 450 Rally
6° Clement Aurdat Husqvarna 450 FE
7° Alberto Bertoldi KTM 450 Rally
8° Francesco Montanari Aprilia Tuareg 660
9° Francesco Catanese Yamaha Ténéré 700
10°….
11°….
ecc ecc

Complimenti a Yamaha, a Pol Tarres per la vittoria, ad Alessandro Botturi per la sua seconda posizione e la sua tenacia e a Jacopo Cerutti, Aprilia, per un ottimo terzo posto e per aver intrapreso un’avventura che la proietta nel mondo dei grandi Rally.

Enzo Danesi

 

Transanatolia sito

Transanatolia 2022

Video in evidenza

Vai alla Tv Enduro

Sponsor

Eventi in evidenza

Newsletter

Iscriviti alla newsletter

Partner

RecentiGli Ultimi Articoli

Pin It on Pinterest

Condividi